1. Permesso internazionale di guida
  2.  / 
  3. Blog
  4.  / 
  5. Ottenere la patente di guida in India
Ottenere la patente di guida in India
November 26, 2018

Ottenere la patente di guida in India

L'India è un Paese unico. Ci sono delle regole del traffico, ma allo stesso tempo la loro osservanza è un processo straordinario, poiché di fatto ognuno guida come gli conviene, ma comunque, tutte insieme, le persone si muovono nel traffico, parcheggiano, fanno manovre. In questo caso, gli ingorghi si verificano, ma non sono così frequenti, perché gli automobilisti riescono a negoziare anche negli ingorghi. Cercheremo di raccontarvi come e a chi viene rilasciata la patente di guida in India, cosa succede a chi guida senza documenti e in generale le abitudini di guida indiane.

Ci sono regole del traffico in India?

Qualche anno fa, la polizia indiana ha condotto un'indagine sulle strade delle città indiane. I risultati sono stati schiaccianti. Solo il 40% dei conducenti era a conoscenza dell'esistenza delle regole del traffico. Sono coloro che si mettono al volante ogni giorno! Ma le abitudini di guida indiane sono uniche, in quanto è tutto così fluido, persino plastico, che riescono a non scontrarsi con le stesse auto. In India, poche persone hanno gli specchietti laterali, che vengono semplicemente distrutti in mezzo alla folla. In India esiste la guida a sinistra. Questo dà un po' fastidio a chi si è abituato al modo di guidare opposto. Tuttavia, il "destrorso" si adatta anche al traffico indiano. Gli indiani credono in gran parte che sia molto più naturale andare esattamente dove serve, piuttosto che lì, dove non serve, ma si basano su alcune regole. A proposito, tutti i veicoli e i camion pesanti e multi-tonnellate guidano con estrema cautela – se causano danni ad altri, saranno spaventosi con le squame. Ma il camion sulla strada indiana è il principale, anche se guida sulla corsia opposta. Anche gli altri cercano di guardare dove vanno. Sembra quindi che le regole del traffico vengano in qualche modo rispettate, ma è difficile formulare cosa esattamente e come. Ci sono molti semafori e dossi. L'India abitua i conducenti a essere meno nervosi sulla strada. Nella maggior parte dei casi, sono molto calmi, praticamente non reagiscono al comportamento becero degli individui, cedono tutti il passo e non si precipitano da nessuna parte al volante. I danni minori, come i parafanghi ammaccati, di solito non sono considerati un motivo di litigio o addirittura di arresto.

Animali sulle strade

In generale, la velocità del traffico in India è molto bassa. Pertanto, tutti hanno il tempo di parlare e decidere chi va dove. Allo stesso tempo, sembra che nessuno ceda il passo a nessuno, tutti passano, ma chi passerà per primo – viene in qualche modo deciso tra loro. Muoversi ad alta velocità è in linea di principio impossibile in India, perché mucche, pecore, persone vanno dappertutto lungo la strada, alcuni possono addormentarsi ai margini (questo riguarda le persone, ma anche gli animali più stupidi possono farlo) o sulla striscia mediana. In India tutto è molto semplice. Gli automobilisti devono aggirarli tutti. Bisogna anche ricordare che in India gli animali in viaggio sono sacri quanto gli esseri umani. Alcuni sono anche di più. Soprattutto le mucche. Non importa quanto gli venga segnalato, non scapperà dalla strada – a meno che non si allontani lentamente – se deve andare da qualche parte. In generale, gli animali sono incomparabilmente più intelligenti delle persone e quindi, di norma, non fanno stupidaggini sulla strada.

L'unica cosa che guida più velocemente sono gli autobus, soprattutto le pantofole. È una consuetudine dare loro strada. Tuttavia, è anche consuetudine, ad esempio, dare la precedenza ai veicoli in sorpasso, fino al momento in cui ci si deve spostare sul ciglio della strada e fermarsi… E di frenare forte allo stesso tempo. Con il fatto che durante il sorpasso la velocità non viene particolarmente ridotta, anche se i piloti cedono il passo, e premono… In generale, tutti si stringono in qualche modo a mezzo metro l'uno dall'altro…

Documenti per la guida in India

La patente di guida nazionale non è valida in India. È richiesta la patente di guida internazionale, anche la sua fotocopia (scansione) è adatta. Se non esiste una licenza di principio, è possibile ottenerla. Tuttavia, è necessario avere la cittadinanza indiana o il permesso di soggiorno. Il visto turistico non dà diritto a ottenere una patente di guida indiana. Se si ottiene comunque (per una certa cifra) una sorta di patente di guida, qualsiasi verifica e confronto del documento con un visto sul passaporto rivelerà una discrepanza. Da che cosa è afflitto? È possibile entrare nella lista nera (divieto) per entrare in India. Inoltre, vi costringeranno a pagare una multa. Ottenere i diritti ufficialmente in India è abbastanza semplice (se dovete solo guidare una moto o uno scooter, non dovete sostenere alcun esame – né di teoria, né di pratica – niente di niente). A tal fine, è necessario confermare l'indirizzo di residenza e fornire foto, oltre a compilare un modulo speciale. Il modulo deve essere pagato. Pochi giorni di attesa e si ottiene la patente di guida – patente limitata, che significa che si può guidare con un accompagnatore che ha una patente permanente. Dovrà presentarsi per la licenza permanente tra un mese con altre tre foto.

Se si vuole avere una patente di categoria B (autovetture), è necessario un certificato medico che attesti l'assenza di daltonismo. Si effettua per 100 rupie in qualsiasi ambulatorio oculistico e dura dieci minuti. Nella scuola guida viene compilata una scheda per 16 lezioni di 30 minuti – guida con istruttore. Se tutte le lezioni vengono superate, la teoria viene sostenuta presso il più vicino RTO (Regional Transport Office). L'esame teorico consiste nel nominare e decifrare i segnali stradali, indicati dall'istruttore. Se è soddisfatto, dovete pagare 400 rupie per una licenza temporanea. La patente di guida, o patente temporanea, è valida solo per sei mesi. Un mese dopo l'immatricolazione è possibile superare l'esame per la patente di guida permanente. Si svolge nello stesso RTO (Ufficio regionale dei trasporti), dove si deve dimostrare di saper guidare (partire, guidare in salita, svoltare verso una strada principale, parcheggiare). La patente permanente può essere rilasciata in forma cartacea (400 rupie) e sotto forma di carta plastificata (1800 rupie). Le regole per la presentazione dei documenti e il superamento degli esami variano da Stato a Stato. Ad esempio, a Pune, nel Maharashtra, è necessario fornire un certificato medico di salute, e in Kerala, oltre alla guida "in città", gli studenti devono prima superare la guida su un campo di addestramento. Per quanto riguarda il superamento del test di conoscenza del codice della strada, esso deve essere in forma scritta. In alcuni Stati, prima di guidare in un'autoscuola è necessario sostenere un esame teorico con la segnaletica stradale (come per il pre-ottenimento del permesso di studio).

Resta da sperare che tutti gli autisti indiani siano ancora formati in una scuola guida. Per quanto riguarda la patente di guida, non è richiesta quella indiana. Ma è necessario essere in possesso di una patente di guida internazionale. La sua registrazione richiede solo un paio di minuti. Sbrigatevi!

Please type your email in the field below and click "Subscribe"
Subscribe and get full instructions about the obtaining and using of International Driving License, as well as advice for drivers abroad