1. Permesso internazionale di guida
  2.  / 
  3. Blog
  4.  / 
  5. 10 fatti interessanti sulle Figi
10 fatti interessanti sulle Figi
March 30, 2024

10 fatti interessanti sulle Figi

Fatti rapidi sulle Figi:

  • Popolazione: Circa 900.000 persone.
  • Capitale: Suva.
  • Lingue ufficiali: Inglese, figiano e hindi.
  • Valuta: Dollaro delle Fiji (FJD).
  • Governo: Repubblica democratica rappresentativa parlamentare.
  • Religione principale: Cristianesimo.
  • Geografia: Situata nell’Oceano Pacifico meridionale, comprende più di 330 isole, le due più grandi delle quali sono Viti Levu e Vanua Levu.

Fatto 1: le Figi sono una nazione insulare con più di 300 isole

Le Figi sono una nazione insulare dell’Oceano Pacifico meridionale, composta da oltre 300 isole, di cui solo circa 110 sono abitate. Nonostante il gran numero di isole, la maggior parte della popolazione delle Figi risiede su due sole isole principali: Viti Levu e Vanua Levu. Queste isole sono le più grandi del Paese e ospitano le principali città e infrastrutture delle Figi. Viti Levu, in particolare, è l’isola più popolosa ed economicamente significativa, dove si trovano la capitale Suva e il principale centro turistico di Nadi. Vanua Levu, pur essendo meno popolata, ospita ancora diverse città e villaggi. La concentrazione della popolazione su queste due isole riflette l’importanza dei centri urbani e delle opportunità economiche nel plasmare i modelli di insediamento nelle Figi.

Fatto 2: I principali mezzi di trasporto sono gli aerei leggeri.

Ad eccezione di due isole dove, ovviamente, il trasporto principale è l’automobile. È possibile spostarsi tra le isole sia in aereo che in acqua. Fiji Airways opera voli interni regolari che collegano le isole maggiori e le stazioni aeree minori di tutto l’arcipelago. Questi voli forniscono collegamenti essenziali sia per i residenti che per i turisti, offrendo un comodo accesso a isole, località e comunità remote che potrebbero non essere facilmente raggiungibili con altre forme di trasporto. Inoltre, gli idrovolanti e gli elicotteri sono utilizzati per gli spostamenti tra le isole delle Fiji, offrendo ulteriori opzioni per raggiungere le destinazioni più isolate e pittoresche del Paese.

Nota: se state pianificando un viaggio nel Paese, verificate se avete bisogno di una patente internazionale alle Fiji per guidare.

Fatto 3: lo sport nazionale è il rugby

La nazionale di rugby delle Figi, nota come “Flying Fijians”, partecipa a competizioni internazionali come la Coppa del Mondo di rugby, dove ha ottenuto notevoli successi, tra cui il raggiungimento dei quarti di finale in diverse occasioni.

Anche il rugby a sette è immensamente popolare nelle Fiji: la squadra nazionale, la Fiji national rugby sevens, è una delle squadre più famose e di successo al mondo. Le Figi hanno vinto diverse medaglie d’oro ai Giochi Olimpici nel rugby sevens, consolidando ulteriormente il loro status di potenza in questo sport.

Fatto 4: Alle Figi ci sono templi indù.

Le Figi hanno una popolazione significativa di indo-figiani, discendenti di lavoratori indiani portati nel Paese durante l’era coloniale. Di conseguenza, l’induismo è una delle principali religioni praticate nelle Figi, insieme al cristianesimo e ad altre fedi.

In tutte le Figi, in particolare nelle aree con grandi comunità indo-figiane, si trovano templi indù, noti anche come mandir. Questi templi fungono da luoghi di culto e di aggregazione per gli indù delle Fiji, fornendo un centro spirituale e culturale per le loro pratiche e celebrazioni religiose.

I templi indù delle Fiji sono spesso caratterizzati da un’architettura ornata, intagli intricati e colori vivaci, che riflettono il ricco patrimonio culturale della diaspora indiana nel Paese. Svolgono un ruolo significativo nel preservare le tradizioni, i rituali e le feste indù, come Diwali (la Festa delle Luci), Navratri e Holi, oltre a fungere da importanti centri per le attività sociali e caritatevoli all’interno delle comunità locali.

Fatto 5: le Fiji hanno un mondo sottomarino molto vario e numerose barriere coralline.

Situate nel cuore dell’Oceano Pacifico meridionale, le Fiji vantano ecosistemi marini incontaminati, ricchi di un’ampia varietà di vita marina, di vibranti formazioni coralline e di coloratissimi pesci di barriera.

Il Paese è circondato dalla Grande Barriera Corallina, il terzo sistema di barriera corallina più grande del mondo, che si estende per oltre 200 chilometri (120 miglia) lungo la costa settentrionale di Viti Levu e Vanua Levu. Inoltre, le Fiji ospitano numerose altre barriere coralline, atolli e montagne sottomarine, che offrono una grande quantità di siti di immersione da esplorare.

I sub e gli amanti dello snorkeling alle Fiji hanno l’opportunità di incontrare una vasta gamma di specie marine, tra cui squali di barriera, mante, tartarughe marine, pesci di barriera colorati e anemoni. I paesaggi subacquei sono caratterizzati da intricati giardini di corallo, grotte sottomarine e spettacolari dislivelli, che offrono infinite opportunità di esplorazione e fotografia subacquea.

Dato di fatto 6: la bevanda nazionale dei figiani è ricavata dalla radice di una pianta

La bevanda nazionale delle Figi, spesso considerata simbolo della cultura figiana, è la kava. La kava si ricava dalla radice della pianta di kava (Piper methysticum), originaria delle isole del Pacifico meridionale, tra cui le Fiji.

La kava ha una lunga storia di uso tradizionale nelle Fiji e in altre nazioni insulari del Pacifico. Si prepara macinando la radice della pianta di kava in una polvere fine, mescolandola con acqua e filtrando il liquido per ottenere una bevanda. I composti attivi della kava, noti come kavalattoni, hanno lievi proprietà sedative e anestetiche, che provocano un effetto rilassante ed euforizzante quando vengono consumati.

Nelle Fiji, la kava svolge un ruolo importante nelle riunioni sociali e cerimoniali, fungendo da simbolo di ospitalità, amicizia e legame comunitario. Viene spesso condiviso tra amici e familiari durante le occasioni importanti, come matrimoni, feste e riunioni di villaggio.

Fatto 7: L’area acquatica delle Figi è 70 volte più grande delle isole.

La Zona economica esclusiva (ZEE) delle Figi, che comprende le acque territoriali e i confini marittimi, ha un’estensione di circa 1,29 milioni di chilometri quadrati (circa 497.000 miglia quadrate). La superficie delle isole Fiji è invece di circa 18.272 chilometri quadrati (circa 7.055 miglia quadrate), comprese tutte le isole, gli isolotti e le barriere coralline.

Pertanto, se confrontiamo le dimensioni dell’area acquatica delle Fiji (1,29 milioni di chilometri quadrati) con la superficie terrestre delle isole (18.272 chilometri quadrati), l’area acquatica è significativamente più grande, circa 70 volte la superficie terrestre. Questo vasto territorio marittimo svolge un ruolo cruciale nell’economia delle Figi, fornendo risorse preziose, come la pesca, le opportunità turistiche e le rotte di navigazione, e contribuendo al contempo al patrimonio culturale e ambientale del Paese.

Fatto 8: Nelle Figi esisteva il cannibalismo e c’erano sanguinose guerre tribali prima del colonialismo.

Storicamente, il cannibalismo è stato praticato in alcune regioni delle Figi, in particolare durante l’epoca precoloniale e i primi contatti con gli europei. Era spesso associato a credenze culturali e religiose, a pratiche rituali e alla gerarchia sociale. Anche le guerre tribali erano comuni, alimentate dalle dispute per la terra, le risorse e il potere politico. Questi conflitti potevano essere violenti e provocare vittime e la cattura di prigionieri che potevano essere sottoposti a rituali cannibalistici. Tuttavia, con l’influenza del cristianesimo, la colonizzazione europea e l’istituzione del governo coloniale, queste pratiche sono diminuite in modo significativo. Oggi sono considerate parte del passato storico delle Figi, non più praticate nella società figiana moderna.

Fatto 9: L’acqua piovana viene raccolta e utilizzata come risorsa preziosa.

La raccolta dell’acqua piovana è una pratica comune e preziosa nelle Figi. Grazie alle abbondanti precipitazioni durante tutto l’anno, gli abitanti delle Figi si affidano da tempo alla raccolta dell’acqua piovana come risorsa vitale per vari scopi. I sistemi di raccolta dell’acqua piovana, come i sistemi di captazione sui tetti e i serbatoi di stoccaggio, sono ampiamente utilizzati per catturare e immagazzinare l’acqua piovana per bere, cucinare, lavarsi, irrigare e per altre esigenze domestiche. Questa pratica sostenibile contribuisce a ridurre la dipendenza dalle fonti di acqua sotterranea e garantisce l’accesso all’acqua potabile, in particolare nelle aree rurali dove l’accesso alle condutture può essere limitato. Inoltre, la raccolta dell’acqua piovana promuove la conservazione dell’acqua e la resistenza alla siccità, rendendola una componente essenziale della strategia di gestione idrica delle Figi.

Fatto 10: le Figi hanno più di 1.500 specie di insetti.

Le Figi ospitano una ricca diversità di specie di insetti, con un numero stimato superiore a 1.500 specie. Si tratta di un’ampia varietà di insetti appartenenti a diversi gruppi tassonomici, come coleotteri, farfalle, falene, formiche, api, mosche, zanzare, cavallette e altri ancora. Il clima tropicale e i diversi ecosistemi presenti nelle isole Figi forniscono agli insetti gli habitat ideali per prosperare e adattarsi a varie nicchie ecologiche. Gli insetti svolgono ruoli essenziali nell’impollinazione, nella decomposizione, nel ciclo dei nutrienti e nel funzionamento dell’ecosistema.

Please type your email in the field below and click "Subscribe"
Subscribe and get full instructions about the obtaining and using of International Driving License, as well as advice for drivers abroad