1. Permesso internazionale di guida
  2.  / 
  3. Blog
  4.  / 
  5. 10 fatti interessanti sulla Moldavia
10 fatti interessanti sulla Moldavia

10 fatti interessanti sulla Moldavia

Fatti rapidi sulla Moldavia:

  • Posizione: La Moldavia è un Paese dell’Europa orientale senza sbocco sul mare.
  • Capitale: La capitale della Moldavia è Chisinau.
  • Popolazione: La Moldavia ha una popolazione di circa 2,6 milioni di persone.
  • Lingua: La lingua ufficiale è il rumeno.
  • Indipendenza: La Moldavia ha ottenuto l’indipendenza dall’Unione Sovietica nel 1991.
  • Paese del vino: La Moldavia è nota per la sua produzione di vino ed è un importante esportatore di vino.

Fatto 1: la Moldavia è un importante produttore di vino

La Moldavia è rinomata come uno dei maggiori produttori di vino al mondo, con oltre tre quarti delle sue esportazioni provenienti dall’industria vinicola. Il Paese vanta più di 147.000 ettari di vigneti, che costituiscono oltre il 10% della superficie totale della Moldavia. Varietà come Fetească e Kishinev hanno conferito un sapore unico ai vini moldavi nel corso dei secoli.

Fatto 2: anche la più grande collezione di vini si trova in Moldavia.

La Moldavia ospita con orgoglio la più grande collezione di vini al mondo, riconosciuta dal Guinness World Records. La cantina sotterranea di Mileștii Mici si estende per oltre 200 chilometri e ospita circa 2 milioni di bottiglie di vino. Questa vasta rete di cantine non solo conserva il ricco patrimonio enologico della Moldavia, ma offre anche un’esperienza unica e accattivante ai visitatori che esplorano il vasto labirinto sotterraneo.

Fatto 3: la Moldavia è la patria del popolo Gagauz

I Gagauz, un gruppo etnico della Moldavia, hanno un’identità culturale e una lingua distinte. La lingua gagauz, una lingua turca parlata dal popolo gagauz, è riconosciuta e protetta dall’UNESCO. Questo riconoscimento sottolinea l’importanza di preservare la diversità linguistica e culturale all’interno della Moldavia e contribuisce agli sforzi globali per salvaguardare le lingue in pericolo. Il popolo gagauz svolge un ruolo significativo nell’arazzo culturale della Moldavia, arricchendo la diversità del Paese.

Fatto 4: in Moldavia esiste una regione separatista, la Transnistria.

La Transnistria è una regione separatista situata nella parte orientale della Moldavia, lungo le rive del fiume Dniester. Dichiarata indipendente nel 1990, ha un proprio governo, un esercito e una propria moneta, ma la sua sovranità non è riconosciuta a livello internazionale. La regione rimane una fonte di tensione politica tra la Moldavia e la Russia. Lo status irrisolto della Transnistria rappresenta una sfida complessa per il panorama politico moldavo e gli sforzi per trovare una soluzione duratura continuano.

Fatto 5: molti residenti hanno più di un passaporto

Molti residenti in Moldavia possiedono la doppia cittadinanza, spesso ottenendo passaporti di Paesi come la Romania e la Russia. I legami storici e culturali con la Romania, così come la vicinanza geografica, rendono la cittadinanza rumena una scelta popolare. Inoltre, la Moldavia condivide legami storici con la Russia, il che porta un numero significativo di cittadini moldavi a possedere passaporti russi.

Fatto 6: la Moldavia è un importante produttore di noci

La Moldavia si distingue come un importante produttore mondiale di noci, che rappresentano un prodotto agricolo fondamentale per il Paese. Il clima favorevole e il terreno fertile della Moldavia contribuiscono alla coltivazione di noci di alta qualità. L’industria delle noci svolge un ruolo cruciale nell’economia del Paese, in quanto sia il consumo interno che le esportazioni contribuiscono al settore agricolo.

Fatto 7: il territorio della Moldavia era un tempo il letto di un antico mare

La storia geologica della Moldavia rivela che un tempo il suo territorio era sommerso da un antico mare. Fossili e formazioni rocciose sedimentarie risalenti a milioni di anni fa mostrano questo antico patrimonio marino. I resti dell’antico mare si trovano in numerosi luoghi del Paese e le testimonianze geologiche offrono uno sguardo sul passato della Moldavia. Le trasformazioni geologiche avvenute testimoniano i profondi cambiamenti che hanno plasmato il paesaggio moldavo nel corso del tempo.

Nota: se intendete visitare il Paese, fatelo durante l’estate. Verificate anche se avete bisogno di una patente internazionale in Moldavia per guidare e visitare i luoghi migliori di questo piccolo Paese.

Fatto 8: la Moldavia è il paese meno visitato d’Europa

La Moldavia è tra i Paesi meno visitati d’Europa, con numeri di turismo relativamente bassi rispetto ad altre destinazioni europee. Nonostante il suo ricco patrimonio culturale, la varietà dei paesaggi e dei siti storici, la Moldavia rimane fuori dai sentieri battuti per molti viaggiatori internazionali. Le ragioni del calo del turismo sono diverse, tra cui fattori come la scarsa consapevolezza, le considerazioni economiche e le influenze geopolitiche. Per chi è alla ricerca di destinazioni uniche e meno esplorate, la Moldavia offre l’opportunità di vivere l’Europa in un contesto particolare e meno affollato.

Fatto 9: leader rom (per i rom provenienti dai paesi dell’ex URSS) nella città di Soroсa

La città di Soroca, in Moldavia, è considerata la capitale rom dell’ex Unione Sovietica. Inoltre, eleggono un leader che ha poco potere ma ha autorità. Ad esempio, l’età accettabile per il matrimonio secondo le loro tradizioni era di 13 anni, ma grazie agli sforzi del leader rom è stata portata a 15 anni. Le tradizioni della cultura rom in URSS si sono sviluppate in modo diverso rispetto ad altri Paesi. Ed è proprio in Moldavia che ci sono molti Rom stanziali che costruiscono case (spesso simili a palazzi), vivono e lavorano nello stesso posto.

Fatto 10: La vecchia Orhei è considerata uno dei luoghi più sorprendenti della Moldavia.

L’antica Orhei è un complesso storico e archeologico, un sito affascinante che offre uno sguardo sul ricco patrimonio storico e culturale della Moldavia. Situata lungo il fiume Răut, la vecchia Orhei contiene resti di varie epoche, tra cui antiche fortificazioni, monasteri rupestri e tracce di diverse civiltà. Il complesso presenta reperti archeologici risalenti al periodo dacico, romano, mongolo e ottomano, che lo rendono un’importante testimonianza degli strati di storia intrecciati nel paesaggio moldavo. I visitatori della Vecchia Orhei sperimentano un viaggio unico nel tempo, apprezzando la diversità architettonica e culturale che ha plasmato la regione nel corso dei secoli. Si possono anche vedere le rocce sedimentarie dell’antico mare di cui si è parlato sopra. Questo è il primo posto da visitare in Moldavia.

Please type your email in the field below and click "Subscribe"
Subscribe and get full instructions about the obtaining and using of International Driving License, as well as advice for drivers abroad